sabato 20 ottobre 2012

Renzi, dalla parte dei redditieri e dei finanzieri

Bersani attacca il sindaco
sui finanziatori dalle Cayman

bersani renzi combo 640


19 ottobre 2012
Pier Luigi Bersani ha dato l'avvio ufficiale alla sua campagna elettorale per le primarie dal Cern di Ginevra.

"NIENTE CONSIGLI DA CHI HA BASE ALLE CAYMAN"«Io credo che qualcuno che ha la base alle Cayman non dovrebbe permettersi di parlare e di darci consigli, non lo sto dicendo per Renzi ma in generale». Lo ha detto il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, con evidente riferimento alla cena di sostegno organizzata a Milano per la candidatura di Matteo Renzi alle primarie a cui hanno partecipato diversi esponenti del mondo della finanza.


BERSANI: SPERO ROTTAMAZIONE VENGA ROTTAMATA 
Bersani ha ripetuto che il Pd si rinnoverà e non perché lo ha chiesto Renzi: «Ho sempre detto come una giaculatoria che la ruota girerà, che il rinnovamento si farà tutti assieme nel rispetto di tutti e senza mettere sull'asfalto nessuno», ha detto il segretario del Pd a Ginevra. «Renzi o non Renzi quello era ed è il solco del nostro modo di lavorare, e lo sarà quando saremo al governo o quando si farà il congresso del Pd», ha spiegato il segretario dei democratici. «Dunque - ha proseguito - spero che la rottamazione venga rottamata».

SU FINANZIAMENTI VIGILANO GARANTI 
Sui costi delle campagne elettorali delle primarie il segretario ha detto: «Abbiamo i garanti, le regole, i tetti e le esigenze di trasparenza saranno rispettate». «Le regole saranno rispettate da tutti».

«Se qualcuno pensa che l'Italia sia un paese talmente indebitato da poterselo comprare a poco prezzo, sbaglia», ha aggiunto. D'ora in poi, ha detto Bersani, «sarà meglio discutere sul preciso. Di pillole generiche ne abbiamo già avute troppe e consiglierei e sarei attento a quelle che vengono dai centri finanziari». Il segretario Pd, che ha incontrato i giornalisti al termine di un incontro al Wto di Ginevra, ha replicato a chi gli ha chiesto se per gli esponenti di una certa finanza si può usare la parola banditi: «Banditi? Banditi tra virgolette. È una finanza che non risponde a criteri di trasparenza e che ha avuto in tutti questi anni un pò troppo la mano libera. È un tema generale - ha proseguito - sul quale bisogna avere il massimo di attenzione. Dobbiamo partire dall'economia reale e avere una finanza che si mette a disposizione».


BERSANI AI RICERCATORI:
QUI UN'ITALIA CHE FUNZIONA
«Qui si vede un'Italia che funziona. Se questi nostri ricercatori sono ambiti da tutti significa che abbiamo la capacità e le risorse formative. Ora bisogna potenziarle e migliorarle». Lo ha detto il leader del Pd, Pier Luigi Bersani, al termine di un incontro al Cern di Ginevra.

«È stata una visita interessante, impressionante. L'occasione per rendersi conto della presenza dell'Italia in questa splendida avventura scientifica e per incontrare i ricercatori italiani che lavorano qui - ha spiegato Bersani al termine della visita - è una vera comunità di giovani straordinari, che hanno voluto pormi i problemi dello stato della ricerca in Italia».

Il leader democratico ha spiegato di aver detto loro che devono avere fiducia: «Si ripartirà. Troveremo il modo di dare anche una scossa morale al Paese, perché la ricerca è il segnale più chiaro delle possibilità che abbiamo, e della fiducia che possiamo determinare nel paese. Sono italiani straordinari qui. Se li mettiamo in campo ci aiutano a venir fuori dai guai».

Nessun commento:

Posta un commento